Salta al contenuto Salta alla navigazione principale Salta al piè di pagina

polielettrolita

Vendite di polielettroliti da magazzino

Chiamateci per la vendita e la fornitura dei Polielettroliti necessari per il trattamento delle acque reflue.

0 (216) 510 56 16

polielettrolita (Floculante) è una sostanza chimica organica. È ampiamente utilizzato per la flocculazione nel trattamento delle acque, nel trattamento dell'acqua potabile e di servizio, nel trattamento delle acque reflue e nella disidratazione dei fanghi.

polielettroliti; Possono essere raggruppati come polielettrolita anionico, cationico e non ionico (flocculante). Polielettrolita anionico meno (-), polielettrolita cationico Ha una carica elettrica positiva (+) e i polielettroliti non ionici non contengono una carica elettrica. I polielettroliti hanno la caratteristica di far convergere prima i solidi (particelle, AKM o fanghi attivi densi) nell'acqua mediante attrazione elettrica, poi flocculandoli e appesantindoli e separandoli dall'acqua precipitando. Se usati nelle giuste proporzioni, sono tutti nel fango insieme alle particelle precipitate e non rimangono nell'acqua purificata.

Polielettrolita cationico

Polielettrolita cationico È ampiamente utilizzato nelle unità di disidratazione dei fanghi degli impianti di trattamento delle acque reflue.

Nei processi in cui i fanghi vengono disidratati con decantatore centrifugo, pressa a nastro o filtropressa, il polielettrolita cationico, che viene miscelato con l'aiuto di un miscelatore statico, viene dosato nella linea del fango pressurizzato.

Il principio di funzionamento del prodotto polielettrolitico cationico si basa generalmente sullo scambio ionico tra la catena polimerica in soluzione acquosa e le cariche elettriche delle particelle solide allo stato solido sospeso. Le strutture stabili delle particelle solide vengono interrotte, che coagulazione o alla flocculazione porta a

I polielettroliti cationici sono diluiti da %0.05 a %0.5. La soluzione di preparazione viene generalmente preparata come %0.1-%0.2 aggiungendo il prodotto in polvere all'acqua durante la miscelazione. Poiché le caratteristiche del fango da disidratare sono diverse, i dosaggi da applicare vengono determinati a seguito del jar test e prove operative in ambiente di laboratorio.

Polielettrolita anionico

I polielettroliti in polvere sono polielettroliti con una dimensione delle particelle fino a 2 mm e la loro forma fisica nell'aspetto di zucchero semolato. I polielettroliti in polvere sono suddivisi in tre categorie: anionici, cationici e non ionici in base alle caratteristiche di carica che portano. I polielettroliti in polvere non vengono utilizzati nelle forme in cui vengono forniti, vengono dosati nel flusso dal punto appropriato dopo che le loro soluzioni si sono formate con l'acqua.

Polielettroliti anionici Sono derivati polielettrolitici che vengono utilizzati come flocculanti nel trattamento di KOI, AKM, metalli pesanti e colloidi nei processi di trattamento delle acque generalmente derivanti da trattamenti chimici e attività minerarie, e nel recupero dei minerali. In casi molto rari, alcune eccezioni disidratazione dei fanghi È possibile vedere che vengono utilizzati nel processo.

Moduli di prodotti in polielettrolita

I polielettroliti (Floculanti) sono prodotti in forma di polvere (granuli) e liquidi. Anche i polielettroliti in polvere vengono utilizzati come soluzioni liquide dopo la dissoluzione in acqua.

Polyelectrolyte è disponibile in diverse forme di prodotto come elencato di seguito.

  1. polvere/granulo
  2. perlina
  3. emulsione
  4. dispersione liquida (LDP)
  5. soluzioni acquose (soluzione)
Modulocontenuto di polimeroComposizioneData di scadenza
polvere/perline% 100Polvere o microsfere3 anni
dispersione liquida% 50olio1 anno
emulsione% 20-40olio + acqua9 mesi
soluzione% 3-7Quella3 mesi

Proprietà del polielettrolita

Polielettroliti (flocculante) sono le caratteristiche principali che li distinguono l'uno dall'altro sono i loro pesi molecolari, cariche e stati fisici. Dovrebbero essere eseguiti test di laboratorio per effettuare la selezione del prodotto. Dopo le applicazioni dell'impianto, il prodotto adatto può essere determinato con certezza.

  • Carattere ionico: anionico, cationico o non ionico

La densità di carica è controllata dalla copolimerizzazione di monomeri non caricati e caricati in proporzioni variabili.

Può essere prodotto da una carica anionica o cationica da bassa ad alta come risultato della copolimerizzazione del monomero ionico con il monomero non ionico.

  • Peso molecolare: (lunghezza della catena del polimero)

Il peso molecolare varia cambiando la lunghezza della catena.

Uso generale dei polielettroliti e considerazioni nel funzionamento dell'impianto

  • La qualità dell'acqua ideale consigliata per le soluzioni di polielettroliti dovrebbe essere l'acqua potabile e vicino ad essa. In caso contrario, nei serbatoi e nelle tubazioni potrebbero verificarsi calcificazioni, formazione di melma e problemi di odore, con conseguente possibile occlusione delle pompe e delle tubazioni. Le particelle possono causare l'intasamento di elettrovalvole e filtri.
  • Unità di preparazione del polimero sono le unità più importanti che consentono la preparazione del polielettrolita alla concentrazione desiderata. Le prestazioni superiori del polielettrolita dipendono dalla piena efficienza di queste unità. Sebbene il polielettrolita sia il prodotto più adatto e di altissima qualità, non sarà in grado di sperimentare le prestazioni richieste se non può essere sciolto nella consistenza desiderata.
  • Le unità di preparazione del polielettrolita fornite negli ultimi anni sono state progettate secondo il sistema automatico e sono estremamente affidabili in termini di sensibilità alla concentrazione. In questi sistemi, i miscelatori disponibili in ciascuna camera devono essere sempre in posizione di lavoro durante la preparazione e il dosaggio del prodotto nell'impianto.

Considerazioni sul funzionamento dell'impianto

  • polielettrolitaPoiché può danneggiare l'alluminio e l'acciaio zincato, è necessario evitare il contatto con questi materiali. Le aree in cui sono conservati i prodotti commerciali non devono essere esposte a calore e umidità eccessivi. Il polielettrolita diventa abbastanza scivoloso quando viene a contatto con l'acqua, quindi è necessario prestare attenzione a non rovesciare il prodotto a terra. Se versato a terra, dovrebbe essere circondato da sabbia, segatura e sale, e dovrebbe essere raccolto e smaltito dopo un certo periodo di tempo.
  • Le persone a contatto con polylektrolit devono indossare indumenti protettivi, occhiali e guanti, in caso di schizzi su mani, occhi e viso, lavarsi abbondantemente con acqua e consultare un medico. La polvere che fuoriesce durante lo scarico del prodotto nell'unità di preparazione non deve mai essere inalata e, a scopo precauzionale, è necessario utilizzare una maschera.
  • Grazie alla sua caratteristica igroscopica, il prodotto è sufficientemente sensibile da trattenere anche l'umidità nell'aria e l'umidità provoca grumi e deterioramento del prodotto. Il modo migliore per conservare il prodotto è conservarlo in una confezione ben chiusa, in un ambiente privo di umidità.
  • Affinché il prodotto in polvere possa essere utilizzato nella sua forma più efficiente, deve essere consumato entro 2 anni. Affinché il prodotto in soluzione possa essere utilizzato nella sua forma più efficiente, deve essere consumato entro 3-4 giorni.
  • Considerando che è possibile ottenere acqua più limpida, la soluzione di polielettrolita non dovrebbe essere somministrata alla struttura più del necessario. Perché, al contrario, un uso eccessivo del prodotto provoca torbidità nell'acqua.
  • Durante il contatto della soluzione con le acque reflue, evitare tempi e intensità di miscelazione eccessivi. In caso contrario, i branchi risultanti verranno rotti.

Aree di utilizzo dei polielettroliti nell'industria

• Gruppo Marmo, Granito, Ceramica
• Cibo (strutture integrate pollo-carne-pesce-latte, bevande, cibo in scatola, produzione di zucchero)
• Impianti energetici, centrali termiche
• Industria automobilistica
• Produttori di pelle
• Tessile
• Produttori di carta
• Industria della gomma-vetro
• Settore minerario (miniere oro-boro-carbone ecc.)
• Industria farmaceutica e chimica
• Comuni e impianti di trattamento delle acque reflue dell'OIZ

Domande frequenti sui polielettroliti

1 – Come scegliere un polielettrolita?

Il criterio più importante nella scelta di un polielettrolita è il carattere delle acque reflue. A seguito dei test JAR effettuati nei laboratori Solechem, dopo l'analisi del carattere delle acque reflue viene selezionato il polielettrolita più idoneo.

2 – Come vengono calcolati i prezzi dei polielettroliti?

Il prezzo dei polielettroliti varia in base alle cariche ioniche. Minore è la carica ionica, maggiori saranno i prezzi del polimero. La carica ionica viene calcolata come risultato del test JAR.

3 – Come viene calcolato il consumo nell'uso del polielettrolita?

Maggiore è il contenuto di solidi nelle acque reflue, maggiore è la quantità di polielettrolita da utilizzare. Un altro fattore che determina la quantità da utilizzare è la selezione del polielettrolita appropriato.

4 – Che forma fisica assumono i polielettroliti?

I polielettroliti possono esistere in forma solida o liquida. L'uso di polielettroliti in forma solida è più economico e più efficiente rispetto alle forme liquide.

Per contenuti completi in inglese su Wikipedia questo link Puoi visitare.